Laboratori teatrali nella scuola

AD ALTA VOCE

laboratorio di lettura espressiva per ragazzi

condotto dall’attrice e formatrice Barbara Covelli

 

La lettura ad alta voce è un’occasione per esprimersi vincendo la timidezza, è un allenamento all’espressione orale migliorando le competenze comunicative. Il laboratorio propone un percorso graduale di conoscenza delle proprie capacità espressive per una lettura ad alta voce che è anche drammatizzazione e gioco. Esercizi di immaginazione e uso della voce aiuteranno ad avvicinarsi ad una lettura meno scolastica, per sentirsi liberi di giocare con le parole, divertirsi a sperimentare voci, ritmi, affinare l'ascolto, in un’atmosfera in assenza di giudizio. La sensibilità e l’esperienza della conduzione si porrà l’obbiettivo di valorizzare ogni singolo ragazzo, rimodulando la proposta in relazione al gruppo classe.

IL NOSTRO TEATRO

laboratorio teatrale per bambini e ragazzi

condotto dall’attrice e formatrice Barbara Covelli

 

Il teatro è un’alfabetizzazione delle emozioni che si raccontano con il corpo e con la voce, è un viaggio che permette al ragazzo di conoscersi attraverso l’espressione di sé.

Il Teatro è davvero un’ottima possibilità per i ragazzi nell’età evolutiva per fare un’esperienza di comunità, guidati da occhi sensibili e attenti a valorizzare ogni specifica attitudine e predisposizione. Attraverso il gioco espressivo, divertendosi, in un clima aperto alla collaborazione, il ragazzo supera le proprie timidezze, acquista stima di sé e si allena, in un progetto collettivo a creare rispettando le regole.

Il Teatro è un allenamento al non giudizio, all’ascolto dell’altro, necessario per aprirsi alla scoperta e alla creatività. Attraverso la creazione di personaggi, piccole improvvisazioni, si affinerà il gioco espressivo sperimentando le tecniche della comunicazione e composizione teatrale.

 

POESIA E NATURA

laboratorio Teatrale nella Natura

condotto dall’attrice e formatrice Barbara Covelli

 

Cosa sente una foglia cadendo e una foglia scaldata dal primo raggio di sole, cosa vede quella corteccia che sembra una greca così morbida al tatto....se fossimo piccoli piccoli come una formica, come racconteremo questo prato...

Faremo parlare alberi - siepi - cespugli - sassi - prati foglie - fiori, che ci sussurreranno la loro storia, creeremo situazioni, che si muoveranno e agiranno come in un libro di meraviglie negli scenari naturali che incontreremo.

ARGOMENTI TRATTATI

- leggere la punteggiatura: una lettura lenta che valorizza la punteggiatura come strumento logico ed espressivo

  • la parola da mangiare: esercizi di articolazione, giochi sonori ed evocativi

- il personaggio: diventiamo una voce, trucchi e stimoli per caratterizzare un personaggio con la voce
- leggere come un film: lettura concentrata ed immaginativa capace di far nascere immagini
- la pausa - l’accento tonico - la parola come gioco sonoro: importanti strumenti espressivi
- leggere le emozioni: la voce e il sentire, dall’interno all’esterno l’emozione che attraversa lo spazio con la voce
- il ritmo: come pulsazione emotiva e chiave di interpretazione del testo
- Il corpo: partecipa e dà colore alla lettura

ARGOMENTI TRATTATI

Formazione del gruppo:

Esercizi sulla relazione, l’ascolto, la fiducia e conoscenza. Esercizi sull’ uso e organizzazione  dello spazio.
Il corpo racconta storie: studio di camminate espressive, posture, ritmi.
Il Personaggio: attraverso diversi stimoli creativi come un paio di occhiali, un cappello, un oggetto, fino ad un vero e proprio travestimento  si procederà alla caratterizzazione e alla messa in scena di un personaggio.
Sentire ed Esprimere: Le emozioni attraversano il corpo e la voce, impareremo a conoscerle, a rappresentarle fino a comporre storie.
Uso fantastico dell’oggetto: tutto può diventare tutto, allenamento alla creatività giocando con l’immaginazione .
L’improvvisazione è un metodo di creazione teatrale: attraverso l’uso di stimoli creativi come la musica, oggetti, tessuti, parole poetiche i ragazzi in coppia o in gruppo creeranno micro-situazioni teatrali, storie agite .
Educazione allo sguardo: attraverso l’osservazione del lavoro dei compagni, la ripetizione, seguendo stimoli dati dal conduttore, il ragazzo si divertirà a COMPORRE IL SUO TEATRO, portando il suo sguardo, la sua ironia, la sua sensibilità nel raccontare il mondo.

Al termine del percorso sarà possibile organizzare una performance, un incontro con il pubblico mostrando il percorso fatto.

IL TEATRO NELLA NATURA

In una scenografia naturale, suggestiva e potente

giochi di ascolto, relazione e fiducia, percorsi sensoriali dove si indagherà una relazione quella con il naturale,  nella leggerezza e libertà creativa .

Esploreremo lo sguardo, la voce, giocando ad immaginare, sperimenteranno una vicinanza con l’invisibile, un ascolto del proprio mondo interno, delle emozioni, mettendo in atto un rapporto nuovo e sensibile con la Natura.

 

LABORATORIO TEATRALE

In uno spazio umano accogliente e protetto, possiamo aprirci alla comunicazione interpersonale e vivere un’esperienza creativa che coinvolge i nostri sensi, il nostro corpo e l’immaginazione, sperimentando una relazione profonda con noi stessi e con i compagni.  Tutti gli esercizi-giochi si pongono l‘obiettivo di sviluppare una buona relazione tra i partecipanti, creare una condizione di ascolto reciproco e favorire lo sviluppo di un atteggiamento di accettazione e fiducia. Attraverso il gioco del teatro, in un clima aperto alla collaborazione, il ragazzo supera le proprie timidezze acquista stima di sé e si allena, in un progetto collettivo a creare il suo teatro rispettando le regole.

DURATA:

6 incontri di un’ora e mezza, per un totale di 9 ore

DURATA:

8 incontri di un‘ora mezza per un totale di 12 ore

SPAZI E MODALITA’ ORGANIZZATIVE

Sarà necessario individuare uno spazio verde: il giardino della scuola, un parco pubblico o un percorso naturale vicino a scuola . Il laboratorio prevede incontri di due ore, a partire da un modulo base di tre incontri di due ore.